Duvetica-600x470 - Panorama Moda Multibrand Fashion Showroom - Marchi distribuiti

DUVETICA, L'ASIA AL CENTRO DI UN NUOVO SVILUPPO

Sono il digitale e il mercato asiatico le direttive della nuova fase di espansione di Duvetica, brand italiano specializzato nella produzione di capispalla controllato, da aprile 2018, dal gruppo coreano F&F. A raccontarlo a Pambianconews è Luca Piani, AD della label che prepara il debutto della nuova piattaforma e-commerce. La congiuntura economica internazionale, impattata dal lockdown imposto dalla diffusione del Covid-19, non dissuade l’azienda dall’obiettivo di consolidare i mercati nei quali è già presente (oggi Duvetica ripartisce il suo fatturato tra Asia per il 30%, Europa per il 60% e resto del mondo per il 10 per cento).

“In aprile – ha dichiarato Piani – l’Asia ha registrato, per Duvetica, una crescita a doppia cifra. Siamo presenti nel continente, con un focus su Corea del Sud e Cina, con un piano di sviluppo su entrambi i canali, digitale e fisico. Abbiamo attiva una piattaforma e-commerce locale dedicata ai clienti finali, ma anche, nel suo lato B2b, ai nostri partner wholesale. Prevediamo l’apertura di 13 pop-up store, 8 in Corea e 5 in Cina”.

Significativi anche gli investimenti in comunicazione, in primis sui canali social, che scommettono sull’interazione con il consumatore finale, mettendolo al centro dello storytelling di Duvetica. Il brand non solo nasce con dei paradigmi digitali, ma mira a coinvolgere gli utenti in un processo di ludicizzazione e interazione, partendo dal divertimento per la creazione di contenuti immersivi.

La piattaforma dedicata ai clienti wholesale sarà attivata entro luglio anche in Europa e negli Stati Uniti ed è destinata ad avere un ruolo sempre più centrale, ora che la mobilità ridotta non favorirà la presentazione di campionari fisici. “La situazione di contingenza – ha continuato Piani – ha accelerato un cambiamento già percepito come necessario, seguendo un percorso di digitalizzazione a favore dell’agilità dei processi e della riduzione degli sprechi. La maggiore fluidità e rapidità può dare più spazio al processo creativo, con un numero maggiore di lanci di prodotto che ci permetterà di relazionarci con i buyers in modo più agile e frequente rispetto al recente passato”.

Il manager ha concluso guardando con ottimismo ai prossimi mesi: “Ci auguriamo che la ripresa dell’Asia – ha spiegato l’AD di Duvetica – possa trascinare anche il resto dei mercati internazionali già a partire dalla seconda metà dell’anno. Certo, saranno mesi caratterizzati da un minor potere d’acquisto dei clienti di tutto il mondo, ma l’innovazione in chiave digitale ci permetterà di adattarci in fretta ai cambiamenti e soprattutto di interagire ponendoci al fianco dei nostri consumatori”.